giovedì 31 dicembre 2020

Cinque spunti per il 2021

Questo 2020 così diverso, che ha modificato sotto tanti punti di vista il nostro modo di vivere e addirittura di pensare,  può offrire  spunti  e riflessioni interessanti sull’abitare; tendenze, innovazioni e riscoperte che, probabilmente, non metteremo da parte nel 2021 quando, ci auguriamo tutti, la situazione migliorerà gradualmente. 

Vi propongo quindi la mia personale lista di ciò che nell’ambito dell’interior design e della casa in generale ha avuto una rilevanza in quest’anno appena terminato e che ne avrà anche nel prossimo.


Ecologia: la fine del 2019 e l'inizio del 2020 sono stati caratterizzati da un grande interesse per i temi ambientali, con i grandi movimenti giovanili guidati da Greta Thumberg  e  finalmente da una grande preoccupazione per i cambiamenti climatici. In Italia il 2021 sarà l'anno del superbonus che consentirà di rinnovare il nostro patrimonio edilizio e di rendere le case più efficienti dal punto di vista energetico e più accoglienti dal punto di vista del confort ambientale.

credit Pinterest


Home Office: La necessità di lavorare e studiare da casa ci ha fatto scoprire che basta ritagliarsi un angolo piacevole, ben organizzato ed accogliente  per evitare spostamenti qualche volta inutili e, perché no, un po' di stress. Anche quando torneremo a muoverci, e a frequentare luoghi affollati liberamente, molti di noi non rinunceranno a svolgere da casa parte delle proprie occupazioni.

 credit Pinterest


Mudroom: gli inglesi la chiamano stanza del fango ma altro non è che uno spazio  all'ingresso  in cui depositare ordinatamente scarpe, indumenti ed accessori  prima di entrare nel cuore della casa, o dove parcheggiare monopattini e biciclette. L'ingresso troppo spesso negli anni passati è stato considerato uno spazio superfluo o semplicemente è stato trascurato, adesso che se ne è apprezzata l'utilità  è il caso di curarne arredo e dettagli.

credit Pinterest


Dehor: giardini, terrazzi, balconi, cortili sono stati i veri lussi del 2020.

Nei lunghi mesi trascorsi a casa li abbiamo tutti apprezzati e utilizzati come non mai. Considerarli come un prolungamento degli spazi interni da progettare, arredandoli, attrezzandoli e curandone il verde ci consente di viverli al meglio.

Natura in casa: Introdurre alcuni elementi naturali all'interno della nostra casa come piante o composizioni di rami, fiori e foglie secche, utilizzare per gli arredi e le pareti colori che richiamano la natura (come il verde o il color terracotta) e materiali un po' grezzi e ruvidi come il legno naturale, la pietra ecc., introducendo cioè elementi che evochino gli spazi all'aperto, ci fanno sentire meglio anche quando restiamo a lungo costretti tra le mura domestiche.

credit Pinterest


Concludo con l'augurio di  portare con noi nel 2021, in cui tutti riponiamo grandi (forse troppe) aspettative, ciò che di buono questo strano 2020 ci ha fatto riscoprire, perché imparare a riconoscere qualcosa di positivo nelle situazioni spiacevoli e a "cospargere di bellezza il nostro pezzetto di mondo"  ci possa aiutare  a sperare in un futuro migliore. 

credit Pinterest,  citazione da "La donna degli alberi" di Lorenzo Marone

This 2020 so different, which has changed our way of living and even thinking from many points of view, can offer interesting insights and reflections on living; trends, innovations and rediscoveries that we will probably not put aside in 2021 when, we all hope, the situation will gradually improve.

I therefore propose my personal list of what in the field of interior design and the home in general has had a relevance in this year just ended and which will also have it in the next.

Ecology
Home Office
Dehor
Mudroom
Nature inside your home

Nessun commento:

Posta un commento