sabato 4 aprile 2020

Un piccolo appartamento con giardino

E' stato pubblicato sul numero di Aprile 2020 di  Casa Facile un mio progetto di ristrutturazione di un piccolo appartamento.


Vi racconto un po' di cosa si tratta partendo dalle richieste dei clienti: 

1) realizzare una camera singola per il bambino di tre anni senza stravolgere eccessivamente lo stato di fatto;
2) elaborare una proposta progettuale per il giardino che consenta di sfruttarlo al meglio.

Queste sono le soluzioni che ho proposto:
1)  A causa della metratura contenuta dell'appartamento per realizzare la camera del bambino sarà necessario rinunciare ad una cucina chiusa in favore di un ambiente unico per soggiorno, pranzo e angolo cottura.
La posizione della nuova camera è determinata essenzialmente dalla posizione delle finestre.
Per realizzarla ho pensato ad una parete obliqua che consenta di creare una stanza di dimensioni adeguate senza però penalizzare eccessivamente il soggiorno. Anche la parete che attualmente divide il disimpegno dal soggiorno è stata sostituita da una parete obliqua, ortogonale alla prima, per armonizzare il disegno complessivo.

Le due pareti diagonali hanno un ulteriore elemento di riconoscibilità in quanto nel soggiorno saranno le uniche due tinteggiate a colore (un verde ottanio nel progetto).

Per meglio sfruttare lo spazio adibito a cucina ho proposto di modificare l'attuale porta finestra in finestra. Inoltre per personalizzare ulteriormente i mobili da poco acquistati si propone di laccarli utilizzando una tinta da richiamare anche negli altri arredi.
Alla camera del bambino si accederà mediante un disimpegno che sarà possibile sfruttare come guardaroba. Per quanto riguarda  l'arredo ho  consigliato  di scegliere un mobilio semplice che può facilmente essere adattato alle varie fasi di crescita. Una bella carta da parati che riveste una delle pareti creerà una piacevole atmosfera.

2)  Per  il giardino  ho immaginato una copertura fissa (tettoia, pergotenda, o pergola bioclimatica)  come prolungamento dell'attuale loggia sotto la quale posizionare una cucina da esterno ed il tavolo da pranzo.
Inoltre in una parte più centrale del giardino ho immaginato una pedana in legno su cui realizzare un living all'aperto, con sovrastante pergolato. Una porzione di questa pedana potrebbe essere occupata da una vasca (piccola piscina) da eterno, o da altri elementi d'arredo.

Una seconda soluzione prevede una ristrutturazione totale con creazione di un secondo bagno e cabina armadio per la camera dei genitori.

Queste immagini mostreranno meglio l'idea progettuale.

The English text at the bottom of the images










My renovation project for a small apartment has been published in the April 2020 issue of Casa Facile.


I'll tell you a little bit about  customer requests:

1) to create a single room for the three-year-old child without excessively upsetting the state of affairs;

2) to  make a design proposal for the garden that allows them to make the most of it.

These are the solutions I proposed:

1)  to make the room of the child they will have to give up a closed kitchen in favor of a unique environment for the living room, dining room and kitchenette.

To achieve it, I thought of an oblique wall that allows you to create a room of adequate size without penalizing the living room excessively. Even the wall that currently divides the hallway from the living room has been replaced by an oblique wall, orthogonal to the first, to harmonize the overall design.

The two diagonal walls have an element of recognition since in the living room they will be the only two shades of color (a teal green in the project).

To better exploit the space used as a kitchen, I proposed to change the use of the window in the window. In addition, to personalize the newly purchased furniture I proposed to lacquer them using a tint to be recalled also in the other furnishings.

The child's bedroom will be accessed via a hallway which can be used as a wardrobe. As for the furniture, I recommended choosing simple furniture that can be easily adapted to the various growth stages. A beautiful wallpaper covering a wall will create a pleasant atmosphere.

2) For the garden I imagined a fixed cover (canopy, pergola, bioclimatic pergola) as an extension of the current loggia under which an outdoor kitchen and a dining table are positioned.

Also in a more central part of the garden I imagined a wooden platform on which to create an outdoor life, with an overhanging pergola. A portion of this platform could be occupied by an eternal tub (small pool), or by other furnishings.

A second solution involves a total renovation with a second bathroom and walk-in closet for the parents' bedroom.

These images will better show the design idea.

martedì 17 marzo 2020

Mini office

Ripropongo un post di qualche tempo fa, oggi più che mai attuale.
Più di 300 altre immagini che possono ispirarvi sulla mia bacheca Home Office di Pinterest.

C'è chi dice che un ufficio per stimolare la creatività e  rendere più piacevoli le tante ore che si trascorrono sul posto di lavoro debba somigliare il più possibile ad una casa.
Ma allora come deve essere un home office?
Semplicemente un posto in cui riuscire a concentrarsi, studiare o lavorare sentendosi sempre a proprio agio: un posto integrato con il resto della casa.
Per questo non esistono regole, basta un piano d'appoggio ed una seduta comoda.
Le varianti possono essere infinite e può essere sufficiente davvero poco spazio.
Quindi... a ciascuno il proprio office. 

Some say that an office to stimulate creativity and make you more productive should resemble as much as possible to a home.
But then how  must to be a home office?
Just a place to be able to concentrate, to study or work,  feeling more at ease: a place integrated with the rest of the house.
There are not rules, just a table top and a comfortable seat.
The variations can be endless and in very little space.
So ... to each their own office.
























Planete Deco

My office


domenica 6 ottobre 2019

Nel team di Casa Facile

Ho il piacere di essere tra gli architetti selezionati da Casa Facile e consigliati dal magazine nel numero di ottobre. Mi trovate anche sul sito della rivista nella sezione Architetti ed Interior Designer.
Per progetti e collaborazioni trovate i miei contatti anche  su Ecce Home.

am happy to be among the architects selected by Casa Facile and recommended by the magazine in the October issue. You can also find me on the magazine's website in the Architects and Interior Designers section.

For projects and collaborations you can find my contacts also on Ecce Home.

venerdì 27 settembre 2019

Ceramiche effetto materico e carta da parati al CERSAIE 2019.

Reduce da un'intensa giornata al Cersaie di Bologna vi mostro le novità, e soprattutto quello che mi ha particolarmente colpito del panorama di pavimenti, rivestimenti ed arredo bagno esposto dalle principali aziende del settore.


Per quanto riguarda i pavimenti la tendenza predominante è senza dubbio quella dei grandi, talvolta grandissimi,  formati in grès porcellanato effetto pietra, cemento e sopratutto marmo riprodotto veramente in tutte le sue varietà.

E poi reinterpretazioni dei pavimenti a "terrazzo" battuto e cocciopesto, contemporanei con uno sguardo al passato, realizzati con tecniche digitali in HD.


Per quanto riguarda i rivestimenti la vera novità sono invece le ceramiche effetto carta da parati, vera e propria "ceramica di sartoria" come l'ha definita una delle principali aziende produttrici.

Sono pannelli ceramici di ampio  formato (60X120 circa) che accostati riproducono superfici continue creando rivestimenti ricchi di colore dall'effetto carta o tessuto (anche al tatto) eleganti e altamente decorativi.

Altra tendenza, per chi ama lo stile minimalista, è quello di piastrelle monocolore (spesso bianche) lievemente tridimensionali che creano attraverso i rilievi delicati giochi di luce ed ombre. 


Innovazione tecnologica anche per quanto riguarda i sanitari. I lavabi spesso realizzati in monomateriale con i piani d'appoggio (non più solo in ceramica)  sfruttano le possibilità di materiali come il poliuretano di riprodurre texture e colori.

Poliuretano anche per i piatti doccia, sempre più ampi e protagonisti dell'ambiente bagno che diventa un luogo di relax,  po' spa, un po' salotto.


Per farvi un'idea più precisa non vi resta che dare uno sguardo alle foto. 









 

























Coming from an intense day at Cersaie in Bologna, I present to you the news, and above all the one that particularly struck me in the panorama of floors, walls and bathroom furniture exhibited by the main companies in the sector.

As far as the floors are concerned, the predominant tendency is undoubtedly that of the large, sometimes very large, porcelain stoneware tiles with stone, concrete and above all marble reproduction in all its varieties.

And then reinterpretations of the "battuto", "cocciopesto" and  "terrazzo" floors, contemporary with a look to the past, made with digital HD techniques.

As for the coatings, the real novelty is the wallpaper-effect ceramics, a true "tailoring ceramic" as one of the leading manufacturers has called it.

They are large format ceramic panels (around 60X120) which, when placed side by side, reproduce continuous surfaces, creating rich and elegant coatings with a paper or fabric effect (even to the touch).

Another trend, for those who love the minimalist style, is that of one-color (often white) slightly three-dimensional tiles that create delicate plays of light and shadows through reliefs.

Technological innovation also with regard to healthcare. Washbasins often made in single material with support surfaces (no longer only in ceramic) exploit the possibilities of materials such as polyurethane to reproduce textures and colors.

Polyurethane also for shower trays, always wider and protagonists of the bathroom environment that becomes a place of relaxation, little spa, a little living room.

To give you a more precise idea you just need to take a look at the photos.