domenica 10 gennaio 2021

Passione pattern



La parola pattern indica un modello più o meno geometrico che può essere ripetuto all'infinito, dando origine ad una texture (trama).

Elementi uguali affiancati tra loro che creano un disegno unitario sono molto frequenti in natura: pensiamo alle celle perfettamente esagonali realizzate dalle api per costruire i favi o la superficie di una foglia in cui si può osservare il reticolo dei vasi (quasi impercettibile ad occhio nudo) che crea un disegno unitario.




Anche molti paesaggi osservati dall'alto appaiono come una ripetizione di segni che creano trame geometriche: campi coltivati, dune modellate dal vento,  crepe del fango essiccato dall'assenza di piogge. 



Macchie, strisce, spirali, mosaici, pattern naturali furono osservati già dagli antichi Greci e sono da sempre fonte d'ispirazione per l'arte, il design l'architettura e l'urbanistica. 


Grammichele Sicilia

Nell'home decor pattern geometrici o ispirati ad elementi naturali da sempre influenzano il disegno di piastrelle e carte da parati; pensiamo alle carte da parati o ai tessuti disegnati da grandi artisti  come Sonia Delaunay o Raul Dufy  nel periodo Art Deco.

Disegno di Sonia Delaunay

Disegno di Raul Dufy

Attualmente la tendenza che più frequentemente si osserva nelle collezioni contemporanee è quella di realizzare trame di disegni geometrici interrotte da elementi dissonanti o pattern che riproducono elementi naturali (foglie, piume ecc.) realizzando texture anche tridimensionali. 

Vediamo alcuni esempi.

Credit foto Pinterest

PAVIMENTI e RIVESTIMENTI













PANNELLI ACUSTICI FONOASSORBENTI




PATTERN 3D




CARTE DA PARATI






COMPLEMENTI D'ARREDO







The word pattern indicates a more or less geometric sign that can be repeated indefinitely, giving rise to a texture.

Equal elements placed side by side that create a unitary design are very frequent in nature: let's think of the perfectly hexagonal cells made by bees to build the honeycombs or the surface of a leaf in which you can observe the network of the vases (almost imperceptible to the naked eye) which creates a single design.

Many landscapes observed from above also appear as a repetition of signs that create geometric patterns: cultivated fields, dunes shaped by the wind, cracks in the mud dried by the absence of rain.

Stains, stripes, spirals, mosaics, natural patterns were already observed by the ancient Greeks and have always been a source of inspiration for art, design, architecture and urban planning.

Currently the trend that is most frequently observed in contemporary collections is that of creating textures of geometric designs interrupted by dissonant elements or patterns that reproduce natural elements (leaves, feathers, etc.), creating even three-dimensional textures.
Let's see some examples.








  











giovedì 31 dicembre 2020

Cinque spunti per il 2021

Questo 2020 così diverso, che ha modificato sotto tanti punti di vista il nostro modo di vivere e addirittura di pensare,  può offrire  spunti  e riflessioni interessanti sull’abitare; tendenze, innovazioni e riscoperte che, probabilmente, non metteremo da parte nel 2021 quando, ci auguriamo tutti, la situazione migliorerà gradualmente. 

Vi propongo quindi la mia personale lista di ciò che nell’ambito dell’interior design e della casa in generale ha avuto una rilevanza in quest’anno appena terminato e che ne avrà anche nel prossimo.


Ecologia: la fine del 2019 e l'inizio del 2020 sono stati caratterizzati da un grande interesse per i temi ambientali, con i grandi movimenti giovanili guidati da Greta Thumberg  e  finalmente da una grande preoccupazione per i cambiamenti climatici. In Italia il 2021 sarà l'anno del superbonus che consentirà di rinnovare il nostro patrimonio edilizio e di rendere le case più efficienti dal punto di vista energetico e più accoglienti dal punto di vista del confort ambientale.

credit Pinterest


Home Office: La necessità di lavorare e studiare da casa ci ha fatto scoprire che basta ritagliarsi un angolo piacevole, ben organizzato ed accogliente  per evitare spostamenti qualche volta inutili e, perché no, un po' di stress. Anche quando torneremo a muoverci, e a frequentare luoghi affollati liberamente, molti di noi non rinunceranno a svolgere da casa parte delle proprie occupazioni.

 credit Pinterest


Mudroom: gli inglesi la chiamano stanza del fango ma altro non è che uno spazio  all'ingresso  in cui depositare ordinatamente scarpe, indumenti ed accessori  prima di entrare nel cuore della casa, o dove parcheggiare monopattini e biciclette. L'ingresso troppo spesso negli anni passati è stato considerato uno spazio superfluo o semplicemente è stato trascurato, adesso che se ne è apprezzata l'utilità  è il caso di curarne arredo e dettagli.

credit Pinterest


Dehor: giardini, terrazzi, balconi, cortili sono stati i veri lussi del 2020.

Nei lunghi mesi trascorsi a casa li abbiamo tutti apprezzati e utilizzati come non mai. Considerarli come un prolungamento degli spazi interni da progettare, arredandoli, attrezzandoli e curandone il verde ci consente di viverli al meglio.

Natura in casa: Introdurre alcuni elementi naturali all'interno della nostra casa come piante o composizioni di rami, fiori e foglie secche, utilizzare per gli arredi e le pareti colori che richiamano la natura (come il verde o il color terracotta) e materiali un po' grezzi e ruvidi come il legno naturale, la pietra ecc., introducendo cioè elementi che evochino gli spazi all'aperto, ci fanno sentire meglio anche quando restiamo a lungo costretti tra le mura domestiche.

credit Pinterest


Concludo con l'augurio di  portare con noi nel 2021, in cui tutti riponiamo grandi (forse troppe) aspettative, ciò che di buono questo strano 2020 ci ha fatto riscoprire, perché imparare a riconoscere qualcosa di positivo nelle situazioni spiacevoli e a "cospargere di bellezza il nostro pezzetto di mondo"  ci possa aiutare  a sperare in un futuro migliore. 

credit Pinterest,  citazione da "La donna degli alberi" di Lorenzo Marone

This 2020 so different, which has changed our way of living and even thinking from many points of view, can offer interesting insights and reflections on living; trends, innovations and rediscoveries that we will probably not put aside in 2021 when, we all hope, the situation will gradually improve.

I therefore propose my personal list of what in the field of interior design and the home in general has had a relevance in this year just ended and which will also have it in the next.

Ecology
Home Office
Dehor
Mudroom
Nature inside your home

mercoledì 23 dicembre 2020

Natale naturale

 

Vi piace l’idea di un Natale naturale e plastic free? E’ possibile realizzare decorazioni bellissime con elementi naturali di grande impatto visivo e con pochissima spesa.

Per realizzare delle ghirlande molto decorative, ad esempio,  basta  poco fil di ferro (potreste anche utilizzare una stampella di quelle in alluminio), rametti di eucalipto, fettine di arance essiccate, fiori di cotone, ciuffi di calamagrostis (la comune erba di canna) o di erba della pampas,  semplici foglie secche,  bacche  e molto altro, tutto facilmente reperibile durante una passeggiata in un parco.












Con i rami più piccoli, accoppiati a stecche di cannella, pigne o altro, legati insieme da uno spago, si possono realizzare dei segnaposto, che,  anche se si è in pochi, rallegrano la tavola.
Potreste poi realizzare delle mini ghirlande con il rosmarino fresco che ovviamente, una volta finita la festa potrà essere riutilizzato in cucina.




Oppure potreste arricchire il vostro albero di Natale con foglie di palma rese luccicanti con della vernice dorata o addirittura, se siete veramente abili e volete fare le cose in grande,  utilizzare i ciuffi dell’erba della pampas per realizzare un albero veramente scenografico come quello di Elari Events di Londra da decorare solo con le luci.



A questo punto non mi resta che augurarvi uno splendido Natale naturale.

Crediti foto Pinterest

Do you like the idea of ​​a natural and plastic free Christmas? It is possible to create beautiful decorations with natural elements of great visual impact and with very little expense.To make very decorative wreaths, for example, just a little iron wire (you could also use an aluminum crutch), eucalyptus sprigs, dried orange slices, cotton flowers, tufts of calamagrostis (the common reed grass) or pampas grass, simple dry leaves, berries and much more, all easily found during a walk in a park.